Direttore dell’amministrazione comunale

Il direttore dell’amministrazione comunale, nominato ed esonerato dal sindaco, gestisce il lavoro dell’amministrazione comunale e i suoi incarichi amministrativi. In base alla legge che regola il pubblico impiego il direttore è un pubblico ufficiale. Nella la gestione del lavoro, il direttore dell’amministrazione comunale delega ai dirigenti dei singoli uffici gli incarichi di gestione degli stessi, nonché cura l’applicazione coerente della legge sulla procedura amministrativa generale e degli altri regolamenti concernenti la procedura amministrativa.

Il direttore risponde del proprio operato al sindaco, mentre i dirigenti degli organi dell’amministrazione comunale rispondono del proprio lavoro sia al sindaco che al direttore dell’amministrazione comunale. La sistematizzazione dei posti di lavoro nell’amministrazione comunale viene stabilita dal sindaco su proposta del direttore dell’amministrazione comunale. Il direttore emette i singoli atti di competenza del comune e può autorizzare i dirigenti degli organi comunali e gli impiegati dell’amministrazione all’espletamento di singoli incarichi nella procedura oppure a condurre l’intera procedura e a deliberare. Gli impiegati autorizzati possono deliberare anche su vicende amministrative di competenza statale trasmessa in base alle autorizzazioni pubbliche, salvo diversa disposizione della legge.

Competenze del direttore dell’amministrazione comunale:
– pianifica autonomamente, organizza, coordina, sovrintende al lavoro
dell’amministrazione comunale e provvede che il lavoro venga svolto in
maniera efficace, appropriata e a norma di legge,
– determina l’entità delle autorizzazioni dei dirigenti e dei capi
servizio per quanto riguarda la gestione degli uffici e dei servizi,
inerente la competenza decisionale su questioni riguardanti il lavoro
dell’ufficio,
– riferisce regolarmente al sindaco sull’andamento e sull’espletamento
delle mansioni da parte dell’amministrazione comunale,
– nell’ambito dell’autorizzazione del sindaco decide sulla stipulazione
dei rapporti di lavoro degli impiegati nell’amministrazione comunale,
– emette singoli atti di competenza del comune e di competenza statale
trasmessa,
– risponde del lavoro dell’amministrazione comunale,
– propone al sindaco l’approvazione di determinate decisioni su proposta
dei dirigenti dei singoli uffici,
– realizza il bilancio del Comune in base all’autorizzazione del sindaco,
– svolge altre mansioni su autorizzazione del sindaco.