Chiudi
14. 05. 2024 In vigore la delibera sull’affissione di manifesti per le tre campagne referendarie Leggi di più
Chiudi
Vedi tutte le notizie

A Škofije inaugurata la nuova scuola all’avanguardia

Categoria: Generale
Data di pubblicazione:

Nel Comune città di Capodistria, più precisamente a Škofije, è stata inaugurata una nuova scuola di concezione innovativa. Il comune ha stanziato circa 16 milioni di Euro per uno dei maggiori investimenti nell’ambito dell’istruzione degli ultimi anni. “La scuola elementare di Škofije è un progetto di successo di tutta la comunità e non soltanto di una parte da esprimere in percentuale sulla facciata. La scuola è il risultato della nostra comune consapevolezza che i migliori investimenti sono quelli fatti nell’istruzione “, ha dichiarato con orgoglio il sindaco Aleš Bržan durante l’inaugurazione ufficiale della scuola.

Dopo anni di carenza di spazi e aule non più idonee, a Škofije è stata inaugurata la nuova scuola elementare. Attualmente viene frequentata da 340 alunni, ma ne può accogliere fino a 500. La nuova scuola dal design moderno è molto luminosa, ha 18 sezioni,  alcune aule di dimensioni minori per attività individuali, un’aula informatica, una nuova cucina con sala da pranzo,  biblioteca, guardaroba, aule docenti, parcheggio biciclette e spazi esterni condivisi che servono anche da ambiente didattico alternativo.

I lavori edili ed impiantistici sono stati eseguiti dall’impresa Makro 5 gradnje, d.o.o. di Capodistria, il progetto della struttura, invece, è stato realizzato dallo Studio.a+v, projektiranje, inženiring in svetovanje, d. o. o. I progettisti hanno progettato l’edificio con terrazzamenti e scalinate che offre interessanti e funzionali possibilità di insegnamento alternative inserendosi perfettamente nel contesto urbano circostante. Il progetto architettonico dell’edificio scolastico comprende muri a secco, pergole e altri elementi tipici del Mediterraneo, mentre il paesaggio presenta collegamenti funzionali con elementi edilizi, floristici, simbolici e paesaggistici esistenti nello spazio. 12 alberi preesistenti sono stati trapianti e messi a dimora altri 88 nuovi alberi di dimensioni maggiori, alberi da frutto e ulivi, 615 arbusti e 2260 arbusti di dimensioni minori, piante perenni, erbe aromatiche, graminacee ornamentali e piante rampicanti. Nell’ambito dell’investimento, il Comune città di Capodistria ha realizzato anche un nuovo assetto viario che garantirà maggiore sicurezza e fluidità al traffico, nonché un percorso sicuro ai bambini per raggiungere sia la scuola sia l’asilo.

All’odierna inaugurazione il sindaco Aleš Bržan ha ammesso che la nuova Scuola elementare Oskar Kovačič di Škofije ha rappresentato una grande sfida, con finanziamenti impegnativi senza pari nei precedenti mandati: “In molti si sono impegnati, investendo tanta energia, per completarlo con successo e tempestivamente. Sono convinto che abbiamo creato condizioni eccezionali per poter garantire un’opportuna istruzione e che gli alunni di Škofije sono lieti di prendere gli zaini la mattina ed andare nella scuola più bella di tutta la Slovenia”. Tuttavia, affinché il progetto del nuovo edificio scolastico potesse funzionare senza difficoltà, le operazioni dovevano essere coordinate, con l’impegno di tutti. Prima della demolizione del vecchio edificio ormai obsoleto, era necessario garantire adeguati spazi sostitutivi per l’insegnamento, assicurando il riscaldamento autonomo del vicino asilo. Una sfida particolare è stato il rapido trasferimento degli operatori scolastici e degli alunni dopo la costruzione del nuovo edificio, poiché subito dopo sono iniziati i lavori di demolizione al Pallazzetto dello sport Burja, dove attualmente sono in corso la ristrutturazione e il risanamento energetico dell’edificio.

Il valore dei lavori edili, artigianali ed impiantistici ammonta a 13 milioni di Euro, mentre il valore dell’intero investimento, che comprende anche la demolizione del vecchio edificio scolastico, la disponibilità dei locali scolastici sostitutivi, la progettazione, la direzione lavori, i lavori edili ed impiantistici e tutte le attrezzature scolastiche, ammonta a circa 16 milioni di Euro, di cui oltre 2,3 milioni sono stati stanziati dal Ministero dell’Istruzione sloveno. La costruzione della nuova scuola di Škofije è, dunque, uno dei più grandi investimenti del Comune città di Capodistria nel settore dell’istruzione negli ultimi anni, che non sarebbe stato possibile senza il prestito da sei milioni di Euro a tasso favorevole concesso dalla SID banka. Come spiegato dal Presidente del Consiglio di Amministrazione della SID banca, dott. Damijan Dolinar, sono consapevoli che gli investimenti nell’istruzione sono fondamentali per lo sviluppo e il progresso della società, motivo per cui hanno cofinanziato volentieri il progetto di costruzione della Scuola elementare Oskar Kovačič con un credito a tasso favorevole. Ma la ristrutturazione sostenibile è importante anche per garantire una migliore qualità della vita e dare un contributo tangibile alla conservazione dell’ambiente: “Siamo convinti che nei nuovi locali, l’educazione e la formazione dei giovani sullo sviluppo sostenibile sarà ora ancora più piacevole e la loro integrazione attiva nella società sarà più facile, fatto fondamentale per garantire un futuro migliore a tutti noi.”

All’inaugurazione della nuova scuola hanno partecipato, oltre agli operatori scolastici, agli alunni ed a molti residenti, anche il Ministro dell’Istruzione dott. Darjo Felda, il presidente della comunità locale di Škofije Matjaž Čok, Alan Radin dell’Iniziativa civile Špet e il deputato Mateja Čalušić, mentre la f.f. dirigente scolastico della scuola Vlasta Urška Baraga ha tenuto un emozionante discorso.

Il ricco programma di accompagnamento coordinato da Tomaž Klepač e Iztok Gustinčič, ha visto esibirsi gli alunni della Scuola elementare Oskar Kovačič di Škofije, il coro di voci bianche della Scuola elementare Oskar Kovačič di Škofije, l’Orchestra di fiati di Capodistria, lo Studio di danza MAD V, l’Associazione culturale Dobra volja, l’Associazione culturale Istrski grmič, Nika Černigoj e Tina Kraljič, gli ospiti più graditi dai giovani, invece, erano i membri del gruppo musicale BQL.

Foto: MOK