Chiudi
19. 02. 2024 Pubblicate le posizioni circa le proposte e le osservazioni relative alla presentazione al pubblico del PRGC Leggi di più
Chiudi
Vedi tutte le notizie

I rifiuti di amianto possono essere consegnati entro la fine di ottobre

Categoria: Generale
Data di pubblicazione:

All’inizio di quest’anno il Comune città di Capodistria e l’AP Marjetica Koper hanno organizzato l’iniziativa di ritiro gratuito dei rifiuti pericolosi di amianto. Le cittadine e i cittadini hanno accolto molto bene l’iniziativa, finora hanno infatti consegnato diverse tonnellate di rifiuti di amianto. Il termine per la presentazione delle richieste è il 31 ottobre.

Il Comune ha previsto nel bilancio di previsione 43.500 euro per la realizzazione dell’iniziativa di quest’anno, cioè i fondi necessari per circa 124 tonnellate di rifiuti di amianto; hanno diritto ai fondi i proprietari, i comproprietari e i locatari di stabili o terreni privati nell’area del comune di Capodistria. Per ogni edificio o terreno è possibile affermare il diritto al ritiro gratuito dei rifiuti di amianto solamente una volta, gli aventi diritto possono consegnare gratuitamente al massimo due tonnellate di rifiuti di amianto.

I rifiuti vanno consegnati al Centro di raccolta di Sermino da lunedì a venerdì dalle ore 6 alle ore 18 e il sabato dalle ore 7 alle ore 15. Prima della consegna al Centro di raccolta bisogna compilare il modulo, reperibile in lingua slovena e in lingua italiana sul collegamento web. Il modulo compilato dev’essere consegnato al Comune città di Capodistria per l’esame e l’approvazione e presentato successivamente al Centro di raccolta, e cioè nel termine di 30 giorni.

L’AP Marjetica Koper invita i cittadini a proteggere debitamente i rifiuti di amianto e rispettare le disposizioni che regolano il trattamento dei rifiuti di amianto. Bisogna prestare particolare attenzione a non rompere o danneggiare i materiali contenenti amianto per evitare che le polveri di amianto si diffondano nell’aria. Tutti coloro che desiderano eliminare l’amianto dalle proprie case in modo sicuro, devono utilizzare una tuta monouso, la mascherina di protezione e i guanti in gomma. Non spezzare l’amianto fissato sulle superfici, ma allentare le viti e inumidire le parti spezzate per evitare che le fibre si diffondano nell’aria. Prima del trasporto il materiale va debitamente protetto e preparato per la consegna. Il metodo migliore di trasportare i rifiuti di amianto è caricarli su un bancale in legno, della larghezza di non più di un metro, avvolgerlo in plastica per evitare la diffusione delle particelle di amianto nell’aria.

Comunque, l’amianto diventa pericoloso se danneggiato, ma è sempre meglio essere prudenti. L’amianto diventa pericoloso quanto si diffondono nell’area le sue fibre che sono nocive per la salute delle persone. Le fibre di amianto non sono visibili ad occhio nudo, non hanno odore e non provocano irritazione se le inspiriamo. Bisogna considerare che l’inspirazione delle fibre di amianto provoca malattie molto pericolose, come l’asbestosi e il cancro ai polmoni. Una sola fibra di amianto può essere già pericolosa, bisogna quindi maneggiare con prudenza i materiali che contengono amianto. I materiali che contengono amianto vanno immagazzinati per evitare l’inquinamento dell’ambiente.

Per ulteriori informazioni sul trattamento dei rifiuti di amianto rivolgersi all’AP Marjetica Koper (05 66 33 761, simon.varljen@marjeticakoper.si).