17. 09. 2021 Vaccinazione alla Casa della sanità di Capodistria anche domenica  Leggi di più
Chiudi
Vedi tutte le notizie

Momento storico: è nata l’Amministrazione intercomunale dell’Istria

Categoria: Generale
Data di pubblicazione:

Oggi ha aperto anche ufficialmente i battenti in Via Ivan Cankar n. 1 la nuova amministrazione intercomunale, composta dall’Ispettorato intercomunale, dal Servizio di guardia municipale intercomunale, dal Servizio intercomunale per la protezione, il soccorso e la tutela dell’ambiente e dal Servizio intercomunale di revisione interna. I Sindaci dei quattro Comuni istriani, il piranese Đenio Zadković, l’isolano Danilo Markočič, il capodistriano Aleš Bržan e l’ancaranese Gregor Strmčnik hanno sottolineato l’importanza di questo momento storico di collegamento e collaborazione tra i quattro Comuni.

I quattro Sindaci hanno tagliato il nastro presso la sede dell’Amministrazione intercomunale dell’Istria e hanno confermato il desiderio di unire le forze anche in futuro per migliorare la qualità dei servizi per le cittadine e i cittadini. “Con l’amministrazione congiunta abbiamo rafforzato la collaborazione tra i quattro Comuni. Si tratta di un passo logico, con il quale si abbasseranno i costi dell’attività dell’amministrazione comunale; le paghe dei dipendenti verranno infatti cofinanziate fino al 55 % dallo Stato.  A Capodistria questo significa circa 400.000 euro di risparmio all’anno,” ha spiegato il Sindaco del Comune città di Capodistria Aleš Bržan.

Anche il Sindaco di Pirano Đenio Zadković ha confermato l’importanza dell’amministrazione intercomunale: “Abbiamo una squadra più grande e si potrà lavorare in modo migliore.”  Sono d’accordo anche il Sindaco di Ancarano Gregor Strmčnik e il Sindaco di Isola Danilo Markočič che ha aggiunto: “L’obiettivo è un’amministrazione intercomunale più efficiente e accessibile, ne saranno soddisfatti anche le cittadine e i cittadini.”

Il Dirigente dell’Amministrazione intercomunale dell’Istria con delega sarà Ivan Koljesnikov che ha sottolineato, oltre ai benefici finanziari, soprattutto l’impegno affinché i cittadini non notino le modifiche organizzative e i servizi siano migliori. Ci saranno quindi nuove assunzioni, già oggi infatti nei quattro Comuni non ci sono abbastanza impiegati. Si curerà anche la specializzazione del personale. Il servizio congiunto di guardia municipale comporta anche la possibilità di trasferire le guardie municipali da un Comune all’altro in occasione di grandi manifestazioni ed eventi straordinari per potersi aiutare a vicenda nei momenti critici.

L’Amministrazione intercomunale conta al momento di 54 dipendenti, entro la fine dell’anno ce ne dovrebbero essere 70.