21. 09. 2021 L’unità mobile di vaccinazione arriva a Sv. Anton Leggi di più
Chiudi
Vedi tutte le notizie

Sì al nuovo assetto territoriale del Centro urbano Barka

Categoria: Generale
Data di pubblicazione:

Le cittadine e i cittadini hanno approvato con maggioranza il Decreto comunale sulla validità degli atti territoriali su una parte dell’area Centro urbano Barka e hanno così favorito l’ulteriore sviluppo di questa parte della città, in degrado da anni. L’affluenza alle urne è stata di 10.367 aventi diritto al voto, di cui 6.056 hanno approvato il nuovo assetto territoriale, 4.230 erano contrari, 81 schede elettorali non erano valide. Si tratta comunque di dati non ufficiali, il risultato ufficiale del referendum sarà pubblicato presumibilmente venerdì.

58,88 per cento favorevoli e 41,12 contrari. Questo è il risultato non ufficiale del referendum abrogativo di ieri, al quale le cittadine e i cittadini del Comune città di Capodistria dovevano decidere in merito all’entrata in vigore del Decreto sulla validità degli atti territoriali su una parte dell’area “Centro urbano Barka”, approvato dal Consiglio comunale del Comune città di Capodistria in data 23 giugno 2021. 10.367 cittadini ovv. il 24,38 per cento degli aventi diritto al voto hanno partecipato al referendum.

“Sono piacevolmente sorpreso dal risultato del referendum abrogativo, soprattutto per quanto riguarda il numero di persone che hanno approvato il decreto comunale sulla validità degli atti territoriali su una parte dell’area “Centro urbano Barka. È chiaro che i nostri cittadini hanno capito quali sono le necessità reali del comune e hanno quindi approvato la nostra visione di sviluppo della città. Il risultato testimonia anche il fatto che la maggior parte delle cittadine e dei cittadini approva un modo diverso di gestire il comune, diverso da quello che conoscevano in passato. Abbiamo constatato che possiamo arrivare lontano con rispetto reciproco, senza cercare e creare conflitti e se cerchiamo di risolvere i problemi con tolleranza e in accordo,” ha commentato i risultati il Sindaco del Comune città di Capodistria Aleš Bržan.

A breve si riuniranno con i proprietari dei terreni e avvieranno i procedimenti di predisposizione del piano regolatore comunale particolareggiato che regolerà l’ulteriore assetto territoriale e lo sviluppo dell’area.

Nuovo Consiglio della Comunità locale di Crevatini

Contemporaneamente al referendum, a Crevatini si si sono svolte le elezioni dei rappresentanti al Consiglio della Comunità locale. Secondo dati non ufficiali sono stati eletti al Consiglio della CL Crevatini Marjan Stropnik, Lovre Jerković, Aleš Rotar, Agata Trontelj (I unità elettorale), Peter Ivančič, Silvij Hrvatin, Dušanka Rozman (II unità elettorale) e Adriana Kuštrin rappresentante della comunità nazionale italiana (III unità elettorale).