21. 09. 2021 L’unità mobile di vaccinazione arriva a Sv. Anton Leggi di più
Chiudi
Vedi tutte le notizie

A Capodistria inaugurata la panchina dell’amicizia greco-slovena 

Categoria: Generale
Data di pubblicazione:

Il presidente della Repubblica di Slovenia Borut Pahor e la presidente della Grecia Katerina Sakellaropoulou hanno inaugurato oggi la panchina dell’amicizia in Piazza Kapodistrias a Capodistria e hanno colto l’occasione per sottolineare gli importanti legami storici tra i due Paesi e il ruolo di Capodistria, luogo di origine della famiglia di Ioannis Kapodistrias, il primo governatore greco. Ha partecipato all’evento anche il sindaco del Comune città di Capodistria che ha espresso le proprie congratulazioni alla delegazione greca in occasione del 200° anniversario di indipendenza della Repubblica Ellenica. 

La panchina dell’amicizia è stata posizionata accanto alla statua di bronzo di Kapodistrias, opera dello scultore greco Palaiologos, che la Repubblica Ellenica ha regalato al Comune città di Capodistria nel 2001. Il presidente della Slovenia Borut Pahor ha sottolineato che la Slovenia e la Grecia rafforzano ancor di più i legami nella speranza di un futuro migliore: “Inauguriamo la panchina nella speranza che possa serivre soprattutto ai giovani per poter trovare la pace e la possibilità di realizzare i propri sogni nell’Europa unita”. Ha aggiunto che Kapodistrias era uno dei primi annunciatori per l’Europa unita: Allora questi erano sogni di un visionario. Purtroppo è dovuto passare troppo tempo, abbiamo dovuto vivere numerose guerre per poter istituire la nostra Europa unita dopo la seconda guerra mondiale. Adesso abbiamo una grande possibilità e responsabilità di salvaguardare questa pace e questa prosperità anche per le future generazioni”.

La presidente della Repubblica ellenica Katerina Sakellaropoulou ha ricordato il 200° anniversario della rivolta antiturca che ha portato alla fondazione della Grecia moderna. Il primo presidente è stato proprio Ioannis Antonios Kapodistrias. “Per la Grecia rappresenta l’architetto del nuovo Paese e il primo importante governatore”, ci ha spiegato la Signora Sakellaropoulou.

Il sindaco del Comune città di Capodistria Aleš Bržan ha fatto gli auguri alla Repubblica Ellenica in occasione del 200° anniversario e ha sottolineato l’importanza della visita odierna per la città di Capodistria, legata al primo governatore greco anche dal cognome della famiglia nobile Kapodistrias. Come ha spiegato, i suoi antenati appartengono alla famiglia nobile di Capodistria, la famiglia Vittore, che avrebbe vissuto a Capodistria fino al 1329. In seguito parte della famiglia si è trasferita sull’isola di Corfù, dove ha preso il nome nobile di Kapodistrias. Da questo ramo ha origine anche il conte, medico, diplomatico di importanza internazionale, visionario e rivoluzionario Kapodistrias. “Abbiamo confermato il forte legame reciproco e i buoni rapporti con la Grecia già dieci anni fa, quando anche il nostro Comune si è unito all’associazione delle città di Ioannis Kapodistrias, e sono sicuro che questo rapporto verrà ancora migliorato con la panchina dell’amicizia, inaugurata su proposta del presidente Borut Pahor”, ha concluso il sindaco di Capodistria.

La presidente Sakellaropoulou, il presidente Pahor e il ministro delle infrastrutture Jernej Vrtovec hanno continuato la visita di Capodistria nell’Archivio regionale di Capodistria, dove hanno visto il progetto scolastico del periodo 2018-2021 su Kapodistrias, hanno quindi visitato il centro storico di Capodisttria e concluso la visita al porto Luka Koper.