12. 01. 2022 Il Comune invita le parti a limitare i contatti non urgenti Leggi di più
Chiudi
Vedi tutte le notizie

Contributi comunali per la riduzione degli effetti delle emissioni portuali anche nel 2022

Categoria: Generale
Data di pubblicazione:

I residenti del centro storico possono candidarsi anche nel 2022 per l’acquisizione dei contributi a fondo perduto per l’applicazione delle misure di mitigazione finalizzate alla riduzione dell’impatto delle emissioni da attività portuali. Si tratta di poco più di 200 mila euro che il Comune destinerà alle misure di mitigazione di quest’anno ovv. dell’anno prossimo. Il termine per la presentazione delle richieste è il 18 gennaio.

Al primo termine, scaduto nel mese di giugno di quest’anno, sono prevenute 147 richieste. Circa metà delle richieste riguardava la zona di contatto, nelle immediate vicinanze del porto, metà invece la zona prossima al porto. Al primo termine del bando non si sono candidati i richiedenti della zona più estesa. Tra le misure previste la maggior parte riguardavano la sostituzione di porte e finestre e il collocamento dell’impianto di aria condizionata, alcune richieste riguardavano anche il rinnovo di parte o dello stabile completo.

La commissione tecnica ha revisionato e valutato tutte le richieste pervenute e ha redatto la lista degli aventi diritto. Nel 2021 i proprietari ovv. i comproprietari di 12 stabili od unità abitative riceveranno i fondi per la riduzione dell’impatto delle emissioni dell’attività portuale; la commissione riesaminerà le altre richieste complete e tempestive nel secondo termine del bando (non è necessario presentare nuovamente le richieste).

Il secondo termine del bando scade il 18 gennaio. Possono partecipare al bando di concorso tutti coloro che soddisfano le condizioni del bando e attueranno le misure di mitigazione nell’anno 2022, possono candidarsi all’acquisizione dei contributi anche tutti coloro che hanno già attuato le misure di mitigazione nel periodo dal 19 febbraio 2020 in poi, ma non hanno ancora ricevuto l’aiuto finanziario.

Gli aventi diritto sono tenuti a presentare le richieste per posta all’indirizzo Comune città di Capodistria, Via Giuseppe Verdi n. 10, 6000 Capodistria, oppure presentarle all’Ufficio protocollo del Comune città di Capodistria durante l’orario d’ufficio. Il bando di concorso è pubblicato qui.

Condizioni di partecipazione al bando e ammontare dei mezzi banditi

Hanno diritto ai contributi i proprietari ovv. comproprietari di stabili abitativi in tre zone di applicazione. La zona di contatto comprende la fascia dal porto fino a Via Ivan Cankar e Via Boris Kidrič, la zona prossima la fascia fino a Strada Zora Perello-Godina e Via Ferrara, mentre la zona più estesa termina con la strada a scorrimento veloce Capodistria – Isola. Possono partecipare al bando di concorso anche i proprietari condominiali di stabili plurifamiliari, in questo caso presentano una candidatura congiunta.

L’importo dei contributi a fondo perduto, erogato all’avente diritto, ammonta ad almeno il cinquanta per cento (50%) delle spese ammissibili dell’investimento. I cittadini socialmente svantaggiati hanno diritto all’aiuto finanziario nell’importo del 100% delle spese ammissibili dell’investimento. Le spese ammissibili dell’investimento non devono superare l’importo massimo dei contributi in relazione alla superficie dello stabile ovv. di parte dello stesso. L’importo massimo del cofinanziamento ammonta a 5.000 EURO per gli stabili ovv. parti di stabili che non superano i 25 metri quadrati di superficie, fino ad un massimo di 17.000 euro per gli stabili ovv. parti di stabili che superano i 91 metri quadrati di superficie.

I contributi sono finalizzati e verranno assegnati per gli investimenti che eliminano per la maggior parte ovv. diminuiscono l’impatto dalle emissioni da attività portuali sull’ambiente e sulla salute delle persone e sul patrimonio culturale. Rappresentano le misure di mitigazione la sostituzione ovv. il restauro di porte e finestre, l’applicazione di nuovo intonaco sulla facciata, l’isolamento della costruzione del tetto e della soffitta, il montaggio di sistemi di depurazione e ventilazione dell’aria e il montaggio di impianti di aria condizionata.