11. 06. 2021 Modifica degli orari d’apertura dello sportello per l’acquisizione dell’identità digitale a Capodistria Leggi di più
Chiudi
Vedi tutte le notizie

Il Comune ha affrontato la stesura del piano regolatore comunale

Categoria: PTC
Data di pubblicazione:

La direzione del Comune città di Capodistria e i servizi tecnici si sono impegnati quest’anno nella stesura del piano regolatore comunale che definisce gli obiettivi e le linee guida dello sviluppo territoriale del comune. Si tratta di un documento cruciale e di estrema importanza per il comune, con detto documento il Comune città di Capodistria pianificherà a livello esecutivo gli assetti territoriali di importanza locale, definirà la destinazione d’uso del territorio e le norme tecniche di attuazione per l’inserimento dei previsti interventi nel territorio.

Il piano regolatore comunale è l’atto territoriale principale del comune che in considerazione delle linee guida degli atti territoriali statali e delle necessità di sviluppo del comune, nonché delle esigenze di tutela stabilisce gli obiettivi e le linee guida dello sviluppo territoriale a livello locale.

»Il Comune città di Capodistria ha intrapreso quest’anno la stesura del piano regolatore comunale con grande determinazione. Ha selezionato al bando di concorso grandi professionisti, l’ente Ljubljanski urbanistični zavod (LUZ, d. d.) e l’azienda Locus, ha instaurato una buona collaborazione con diversi ministeri e rappresentanti delle comunità locali, ma esaminerà anche le mozioni che avete inviato in base alla richiesta entro il 28 giugno 2019,« ha spiegato il Sindaco del Comune città di Capodistria Aleš Bržan. »Al Comune città di Capodistria vogliamo creare un buon documento che dia spazio alle nostre possibilità di sviluppo e tuteli il nostro ambiente naturale. Sono sicuro che il comune, il pubblico e gli esperti, con un dialogo tollerante e democratico, riusciranno a raggiungere tempestivamente l’obiettivo preposto,« ha aggiunto.

Il Comune città di Capodistria desidera verificare, insieme alle cittadine e ai cittadini, gli obiettivi dello sviluppo territoriale del comune, per questo motivo organizzerà, insieme all’associazione culturale ed educativa PiNA, in gennaio 2020 sei laboratori nelle aree già stabilite del bilancio partecipativo. Per una migliore comprensione del procedimento del PRC, sulla pagina web comunale trovate tutte le informazioni, le notizie e gli avvisi relativi alla fase attuale del procedimento.

»Siccome il PRC è un documento, con il quale il Comune determina la destinazione d’uso del terreno, nel procedimento di stesura del PRC ci sono diverse mozioni per la modifica della destinazione d’uso del territorio. Le mozioni sono l’integrazione del sistema di determinazione della destinazione d’uso, nel senso di essere l’indicatore delle tendenze delle necessità territoriali, e non rappresentano il procedimento amministrativo individuale, dove si deciderebbe in merito ai diritti del singolo. Si tratta di un modo di collaborazione del pubblico alla stesura del PRC, grazie al quale il comune definisce e pianifica il suo sviluppo territoriale,« spiega mag. Tjaša Babič, incaricata presso il Comune città di Capodistria alla stesura del documento.

I pianificatori territoriali verificheranno la motivazione delle mozioni in conformità alla legge e in merito agli obiettivi dello sviluppo territoriale del comune, le limitazioni di protezione e tutela nel territorio e i criteri urbanistici, nonché le possibilità di urbanizzazione dei terreni con costruzioni, che sarà evidente nella bozza del PRC, secondo il piano cronologico si prevede nella prima metà del 2020. »A causa della cronologia di stesura della bozza del PRC è stato d’obbligo stabilire la data, entro la quale vanno presentate le mozioni. Nel procedimento di stesura verranno prese in considerazione tutte le mozioni, inoltrate entro il 28 giugno di quest’anno. Le mozioni, pervenute dopo detta data, verranno esaminate nel procedimento delle prime modifiche al PRC,« aggiunge mag. Babič.

I termini cronologici per la stesura e l’approvazione del PRC rappresentano una sfida particolare, affrontata dal Comune e dai redattori del PRC. La Legge sull’assetto del territorio (Sigla: ZUreP-2) stabilisce che i comuni devono approvare il PRC entro il 31 dicembre 2021, dopo detta data infatti cessa il vigore degli atti territoriali e delle norme tecniche di attuazione. L’estensione del compito e la necessaria armonizzazione con tutti gli agenti di assetto del territorio richiedono un approccio attivo ed efficace, un dialogo costruttivo e l’attuazione accelerata di tutti i compiti necessari per raggiungere l’obiettivo preposto.

 

Cos’è il piano regolatore comunale?

Il piano regolatore comunale (PRC) è l’atto territoriale principale del comune che sostituirà i vigenti strumenti urbanistici dell’atto territoriale a lungo e a medio termine e determinati atti territoriali esecutivi.

 

Come affronta il Comune la stesura del PRC?

Nel procedimento di stesura della bozza del PRC hanno luogo regolari incontri di coordinazione con il redattore del PRC e l’armonizzazione con il Ministero per l’ambiente e il territorio ed alcuni enti titolari all’assetto del territorio. Il redattore ha verificato gli approfondimenti tecnici, e cioè per lo sviluppo delle aree periurbane, la vulnerabilità dell’ambiente nel territorio del Comune città di Capodistria, del settore dell’agricoltura, per lo sviluppo delle zone industriali ed altri, da rispettare nella stesura della bozza. Nella fase di conclusione ci sono l’Analisi dello stato attuale del territorio, la stesura dello stato di partenza del PRC e l’approfondimento tecnico obbligatorio per il popolamento, l’ideazione paesaggistica e la stesura del Piano urbanistico dell’abitato di Capodistria.

Per le necessità di stesura del piano regolatore comunale sono stati redatti gli approfondimenti tecnici, e cioè lo Studio demografico del Comune città di Capodistria, l’Analisi delle norme tecniche di attuazione del Comune città di Capodistria, è in fase conclusiva anche lo Studio dei potenziali di sviluppo del Comune città di Capodistria (con accento sullo sviluppo dell’economia), che dovrebbero rispondere alle sfide più importanti dello sviluppo territoriale del comune in futuro. In base agli approfondimenti tecnici il Comune ha voluto impegnarsi in modo fondato e sensato al PRC, tracciare le linee guida dell’assetto del territorio nel Comune città di Capodistria e stabilire le regole chiave per l’assetto e le regolazioni del territorio.

Nella stesura del PRC il Comune deve considerare, oltre alle linee guida degli atti territoriali statali, anche i principi stabiliti dalla legge e la normativa relativa all’assetto del territorio e in base a ciò pianificare gli interventi, necessari dal punto di vista dell’interesse pubblico (infrastruttura pubblica sociale ed economica, importanti progetti di sviluppo …). Deve inoltre garantire gli obiettivi legati alla tutela dell’ambiente, allo sviluppo dell’infrastruttura pubblica e dell’economia. Per questo motivo è cruciale armonizzare le necessità di sviluppo e le esigenze di tutela, cioè la base dello sviluppo territoriale sostenibile.