14. 06. 2021 Vaccino senza prenotazione questa settimana anche a Capodistria Leggi di più
Chiudi
Vedi tutte le notizie

Prime misure per prevenire le inondazioni a Salara

Categoria: Generale
Data di pubblicazione:

Oggi è iniziato il risanamento del canale aperto diversivo delle acque meteoriche lungo l’alveo del Cornalunga a Salara che da anni non ha più la sua funzione originale a causa di vari interventi non ammessi. Nell’ambito dei lavori si provvederà a ripulire l’alveo del canale e approfondirlo, si eliminerà la vegetazione e ripristinerà il normale flusso del canale. I lavori avranno una durata di presumibilmente dieci giorni e verranno eseguiti dall’azienda Vodnogospodarsko podjetje Drava Ptuj.

Il Comune città di Capodistria ha invitato i residenti a rimuovere dalla zona tutti gli impianti e stabili presenti che ostacolano i lavori, in caso contrario li rimuoverà il comune a spese dei residenti. Inoltre, il comune ha incaricato l’azienda Marjetica Koper di controllare la rete delle acque fognarie e miste. Nei prossimi dieci giorni l’azienda VGP Drava Ptuj sistemerà l’area lungo il Cornalunga di circa 400 metri di lunghezza, smaltirà ed eliminerà i depositi di vari anni, la vegetazione e se necessario approfondirà il letto del canale per rispristinare il suo normale flusso. I materiali estratti verranno utilizzati per consolidare ed elevare le sponde del Cornalunga nelle zone più colpite. I lavori del valore di 17.000 EURO sono iniziati oggi, il 1° febbraio.

Il risanamento del canale delle acque meteoriche lungo l’alveo del Cornalunga è solamente il primo degli interventi urgenti che il Comune città di Capodistria prevede per diminuire il rischio inondazioni dell’area di Salara. Il prossimo passo sarà l’acquisizione della documentazione progettuale per il rinnovo delle infrastrutture urbane, nell’ambito del quale si prevede anche varie fasi di attuazione del necessario rinnovo ovv. assetto urbano della zona in questione.

Il Comune città di Capodistria ha invitato a intervenire anche la Direzione della RS per le acque. Quest’ultima ha risanato all’inizio dell’anno la sponda danneggiata del Cornalunga e si è impegnata a intervenire con priorità ad ulteriori procedimenti per l’edificazione del bacino di ritenuta Pradisiol che diminuirebbe il rischio inondazioni delle zone in oggetto.