14. 09. 2021 Da domani si potrà entrare nei locali del CCC solamente esibendo il certificato GVT Leggi di più
Chiudi
Covid-19
Tutte le informazioni relative ai servizi e alle misure adottate nel periodo dell’epidemia Leggi di più
Vedi tutte le notizie

Ulteriore limitazione dell’attività lavorativa del Comune ed esonero dal pagamento della tassa di locazione degli spazi pubblici

Categoria: COVID-19
Data di pubblicazione:

Ieri sera il Governo della RS ha approvato nuove restrizioni che rientrano nella terza fase del pacchetto arancione che hanno limitato significativamente la vita pubblica in numerose regioni slovene. Anche se la situazione epidemiologica della regione Costiero-Carsica è migliore che in altre parti del Paese, il Comune città di Capodistria ha deciso oggi di introdurre ulteriori misure di protezione. Da lunedì provvederà a limitare ulteriormente l’attività lavorativa dell’amministrazione comunale ed esonererà fino a nuovo avviso i prestatori dei servizi di ristorazione e gli altri utenti degli spazi pubblici dal pagamento dell’indennizzo per l’uso degli spazi pubblici.

Da lunedì 19 ottobre il Comune città di Capodistria limiterà ulteriormente l’attività dell’amministrazione comunale. Fino alla revoca della misura non si riceve le parti durante l’orario d’ufficio, mentre l’ufficio di protocollo rimane aperto secondo il consueto orario d’ufficio, ma con alcune limitazioni. L’’accesso è consentito a una persona alla volta, gli altri devono rimanere in fila all’esterno, in Via Giuseppe Verdi, davanti all’entrata nell’edificio, rispettando la distanza di sicurezza di almeno 2 metri (vedere le indicazioni sul pavimento). All’entrata nell’edificio e per tutta la durata del trattenimento all’interno il visitatore deve indossare la mascherina di protezione, deve disinfettarsi obbligatoriamente le mani con il disinfettante posizionato all’entrata.

Il Comune città di Capodistria svolgerà la maggior parte dell’attività lavorativa per posta, posta elettronica o per telefono, e limiterà così nella maggior parte possibile la diffusione del contagio dal nuovo coronavirus. Durante l’orario d’ufficio le cittadine e i cittadini, nonché gli altri utenti possono chiamare il numero di telefono 05 66 46 100 (centralino) ovv. gli altri numeri di telefono dei singoli uffici ovv. servizi o mandare un messaggio elettronico all’indirizzo obcina@koper.si.  La limitazione dell’attività lavorativa vale anche per l’Ispettorato comunale, che sarà reperibile durante l’orario d’ufficio al numero di telefono 05 664 63 40, dalle ore 7 alle ore 22 invece tramite il Centro operativo della Guardia municipale ai numeri di telefono 041 627 286 e 080 44 49 e all’indirizzo di posta elettronica tajnistvo.SIRZR@koper.si.

Oggi il Comune ha adottato anche la decisione di esonero dal pagamento della tassa comunale per l’uso degli spazi pubblici che sarà in vigore per tutti i prestatori dei servizi di ristorazione e gli altri utenti di detti spazi. Il provvedimento rimarrà in vigore dal 19 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021 con possibilità di proroga. Il Comune invita tutti gli utenti degli spazi pubblici, che hanno possibilità di spazio, a richiedere l’ampliamento dell’area di utilizzo dello spazio pubblico per facilitare l’attuazione della propria attività. L’obiettivo nella misura è garantire l’attuazione incontrastata dell’attività di ristorazione in considerazione delle misure e delle raccomandazioni vigenti dell’Istituto nazionale per la salute pubblica. Possono presentare richiesta anche coloro che non hanno ancora a disposizione uno spazio all’aperto, ma lo vorrebbero avere. L’utilizzo dello spazio pubblico aggiuntivo sarà altresì a titolo gratuito.

Il Sindaco del Comune città di Capodistria Aleš Bržan invita le cittadine e i cittadini ad un comportamento responsabile e a rispettare le istruzioni dell’Istituto nazionale per la salute pubblica che sono cruciali per contenere ovv. prevenire la diffusione del contagio dal nuovo virus. In caso di ulteriori restrizioni il Sindaco prevede di adottare nuove misure per alleviare le conseguenze dell’epidemia, con le quali venire incontro alle cittadine e ai cittadini, nonché all’economia.