21. 09. 2021 L’unità mobile di vaccinazione arriva a Sv. Anton Leggi di più
Chiudi

Linee guida sul traffico del Comune città di Capodistria

Sintesi della proposta degli orientamenti speciali per il traffico nel Comune città di Capodistria

La redazione della Proposta degli orientamenti speciali per il traffico nel Comune città di Capodistria (CCC) si effettua nell’ambito dell’attuazione del progetto con l’acronimo PUT-UP ISTRE, cofinanziato dall’Unione europea dal Fondo europeo di sviluppo regionale, più precisamente dal Programma operativo di collaborazione territoriale SI-HR del 2007-2013.

L’obiettivo generale del progetto PUT-UP ISTRIE è quello di stabilire un concetto regionale sostenibile per lo sviluppo dell’Istria, che mira a raggiungere una gestione efficiente del territorio e delle risorse naturali nonché fornire servizi pubblici e infrastrutture efficienti nell’area dell’Istria slovena e croata.

Date le chiare esigenze del territorio, abbiamo deciso di adottare un approccio integrato e strategico per pianificare lo sviluppo del traffico in Istria con chiari punti di partenza e linee guida per il futuro sviluppo dell’area e la creazione di collegamenti interdisciplinari tra le singole aree di sviluppo (costa, area confinaria ed entroterra), che faciliterà la determinazione e la pianificazione dello sviluppo dei contenuti strategici come ad esempio dei trasporti, dell’agricoltura, del turismo, delle zone economiche e altro ancora.

Nell’ambito del progetto PUT-UP ISTRIA, il CCC sta preparando i contenuti dettagliati nel settore del turismo e dei trasporti. Il concetto presentato con la Proposta degli orientamenti speciali per il traffico nel CCC, ricopre solamente il settore dei trasporti.

L’analisi dello stato dell’arte del traffico nel Comune città di Capodistria comprova che l’accessibilità del nucleo urbano comunale in autovettura è buona. Dalla maggior parte degli insediamenti nel comune possiamo raggiungere Capodistria in meno di 20 minuti e oltre due terzi dei dipendenti CCC necessitano di meno di 15 minuti per recarsi al lavoro, indipendentemente dal mezzo di trasporto.

La rete di piste ciclabili nella parte pianeggiante della città di Capodistria è generalmente densa, sebbene disconnessa. In periferia le piste ciclabili sono quasi inesistenti. L’accesso per i pedoni e i ciclisti è limitato a causa delle caratteristiche del rilievo del terreno in città, poiché la parte sud-orientale dell’area urbana è collinosa e con pendenze piuttosto ripide.

La proposta di gestione del traffico nel Comune città di Capodistria si basa su cinque pilastri strategici di pianificazione con obiettivi strategici:

  1. Passeggio: Garantire le condizioni grazie alle quali la maggioranza degli abitanti potrà compiere gran parte dei percorsi brevi a piedi, e aumentare la sicurezza dei pedoni.
  2. Trasporto in bici: Garantire le condizioni per la creazione di un sistema di trasporto in bici comodo e attrattivo che abbia come obiettivo l’aumento della percentuale dei ciclisti nel traffico urbano nonché la sicurezza dei ciclisti.
  3. Trasporto pubblico passeggeri: 
    • Aumento della fruizione del sistema di trasporto pubblico e miglioramento dell’offerta.
    • Miglioramento dell’integrazione tra i diversi mezzi di trasporto del sistema pubblico e le altre modalità di trasporto.
    • Miglioramento dell’accesso al trasporto pubblico per le persone con mobilità limitata.
    • Miglioramento dell’immagine del trasporto pubblico passeggeri.
  4. Uso razionale dei mezzi motorizzati:
    • Aumento della sicurezza nel traffico, diminuzione della dipendenza dei cittadini dalle automobili e aumento delle vetture ecologiche.
    • Diminuzione degli effetti negativi del traffico merci nel centro.
  5. Pianificazione sostenibile
    • Istituire le condizioni sistematiche, finanziarie e amministrative per l’attuazione della regolamentazione della mobilità.
    • Garantire la trasparenza della pianificazione, coinvolgendo attivamente il pubblico in tutte le fasi della pianificazione della mobilità.
    • Introduzione di strumenti per il monitoraggio sistematico del settore della mobilità.
    • Integrazione tra i diversi settori di pianificazione all’interno del CCC.